Mercoledì, 16 Novembre 2016 17:04

COSE CHE SI POSSONO DIRE E NON SI POSSONO DIRE

- di

Un punto importante, per ogni società democratica che partecipa e si sacrifica per la propria Nazione, e' quello di pretendere, dai propri governati, che nessuna intercettazione segreta debba essere esercitata sulla vita privata che, così facendo, lede il diritto della riservatezza delle persone.
Ancor più grave quando essa viene esercitata nei riguardi di persone, e politici di un'altro Stato.
Il libro intervista di Arundhati Roy e Jon Cusack " Cose che si possono dire e non si possono dire, spinge alla curiosità di scoprire quello che, i protagonisti intervistati: Daniel Ellsberg, Edward Snowden e Julio Assange, non avrebbero mai dovuto dire, raccontando al mondo, i "Top Secret" dei servizi di sicurezza nazionale USA.
Una lettura interessante per capire gl'inganni del potere ed apprezzare chi si è esposto a rischio della propria vita, della propria libertà, denunciandone le colpe. Spesso non è abbastanza pe opporsi ad un simile abuso. Chi ha osato farlo, come nel caso dei protagonisti, lo ha fattoo essendo cosciente delle conseguenze che ne sarebbero derivate. Nonostante ciò il loro senso di giustizia è andato oltre ogni limite imposto dalla segretezza. La verità va svelata ad ogni costo. Essa non dev'essere confinata all'interno dell'ipocrisia, del silenzio, negata dall'impostura, dal timore. Per questo è bene dire anche cose che non si possono dire.

Letto 497 volte

Lascia un commento